lunedì 14 maggio 2018

#SalTo18: cronache dal Salone Internazionale del Libro di Torino


Lunedì affollato al Salone Internazionale del Libro di Torino (qui), piacevolmente invaso da tantissime scuole di ogni ordine e grado che popolano gli stand e gli spazi incontri/laboratori. Una bellissima atmosfera di respira anche tra gli addetti ai lavori che oggi chiuderanno i battenti per tornare a casa dopo diverse giornate intense di lavoro.


Il primo incontro a cui ho avuto il piacere di partecipare è stato il progetto realizzato insieme al Garante Autorità per l'infanzia e l'adolescenza Filomena Albano (qui), oggi a colloquio con Carlo Ludomastro Carzan e con i bambini che hanno partecipato al progetto per parlare della Convenzione dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, ratificata dall’Italia con legge n. 176 del 27 maggio 1991 (qui).
Un progetto a cura del Garante Infanzia e Adolescenza, dell'Associazione così per gioco e di Edizioni Piemme, che ha realizzato un numero speciale del roditore più famoso del mondo, Geronimo Stilton (qui e qui la notizia). Un progetto che ha visto coinvolti cinquemila bambini in tutta Italia. Da mamma e da cittadina mi auguro che prosegua anche il prossimo anno. Durante il colloquio sono emersi tanti bisogni e diritti dei bambini: in primis quello di essere ascoltati dagli adulti, poi anche di passare più tempo con i loro genitori o di giocare.

Dall'incontro mi porto a casa qualcosa di fondamentale: far valere i propri diritti rivolgendosi anche al proprio Garante. A Milano per esempio (qui la notizia) "da gennaio 2016 il Comune ha un Garante dei diritti per l’infanzia e l'adolescenza - Anna Maria Caruso che rimarrà in carica cinque anni ed opera a titolo gratuito - con la funzione di favorire il rispetto dei diritti dei bambini e ragazzi della nostra città, riconosciuta nel 2016 dall'Unicef "Città amica delle bambine e dei bambini".


Ecco la voce dei tre mitici Carlo Ludomastro Carzan, Sonia Scalco e Andrea Vico che hanno portato in giro per le scuole il progetto


Allo Spazio Nati per Leggere ho incontrato Elisa Mazzoli e Marianna Balducci autrici di "Il viaggio di piedinoBacchilega Junior (qui) vincitrici del premio Nati per Leggere (qui) nella categoria 6/18 mesi per "una prova riuscita di far convivere due linguaggi visivi differenti, in questo dialogo la parte fotografica risulta la più convincente"


Per la sezione Crescere con i Libri, il titolo vincitore è Non voglio traslocare! di Stephanie Blake, edito da Babalibri (2017), scelto e votato dai piccoli lettori e dai loro genitori su un tema specifico: il tema dell’edizione 2018 è “Un posto per crescere: la tana e la casa”. Ho fatto un giro allo Stand, al padiglione 2 e vi presento una panoramica delle novità e tutte le meraviglie a disposizione. C'è solo l'imbarazzo della scelta.


Per gli amici naturalisti e biologi, uno spaccato dei libri editi da Blu Edizioni (qui), editore torinese, che presenta le novità e una panoramica dei libri pubblicati (guide naturalistiche, guide di viaggi, guide su animali).


E infine, una visita a Davide Rossi, del Gruppo Il Castello Editore che raduna diversi marchi (Arka, Chiara, Clavis, IdeeAli, la Margherita, Tourbillon Lemniscaat ... qui) che ci parla di alcuni albi meravigliosi (“La sirenetta” è stata recensita su Andersen da Walter Fochesato).

Ora vagherò ancora per gli stand a ritrovare amici editori, bibliotecari, illustratori... Spero di avervi fatto partecipare un po' con questo post alle emozioni provate oggi.


PS mi sono fatta anche raccontare dei campus che organizza Andrea Vico... se non siete ancora organizzati per l'estate, fateci un pensiero.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo e pensi sia utile condividilo con i tuoi amici. Grazie!